Jolly Phonics

Jolly Phonics

Il metodo fonetico Jolly Phonics punta a far conoscere al bambino i gruppi di suoni inglesi attraverso un procedimento multisensoriale. I suoni vengono insegnati secondo un ordine particolare per favorire l’acquisizione di 5 competenze fondamenti di base:

 

  • apprendere i 42 suoni che le lettere formano;
  • imparare a scrivere le lettere;
  • comprendere la composizione e la formazione delle parole;
  • identificare i suoni nelle parole e quindi lo spelling e la segmentazione, attraverso il “blending”;
  • apprendere le “tricky words” che hanno regole differenti e che vengono insegnate a parte.

 

Ogni suono fonetico è associato ad una canzoncina e un movimento. I bambini imparano gradualmente i vari suoni, partendo dai più semplici per arrivare ai più complicati, imparano a scrivere le lettere corrispondenti ai suoni, identificare i suoni nelle parole e quindi lo spelling e la segmentazione attraverso il “blending”.

 

Il “blending” dei suoni verrà inserito dopo che i bimbi hanno imparato 18 suoni ed è una delle aree più delicate del programma. Si tratta del processo tramite il quale il bambino mette in successione i suoni precedentemente imparati per formare una parola. Per esempio: si imparano i suoni d, o, g e quindi si forma la parola dog (d + o + g). Vengono anche introdotti i digraph ovvero i suoni che sono di fatto composti da due lettere (1 suono=2 lettere; r-ai-n oppure f-ee-t, sh-ee-p).

 

Così i bambini sviluppano capacità di comprensione della lingua inglese parlata ( comprehension ) e di pronuncia dei suoni esattamente come vengono riprodotti da inglesi madrelingua.

I 42 fonemi sono divisi in 7 gruppi: 

  • primo gruppo (s, a, t, i, p, n),
  • secondo (c k, e, h, r, m, d),
  • terzo (g, o, u, l, f, b),
  • quarto (ai, j, oa, ie, ee, or),
  • quinto (z, w, ng, v, oo, oo),
  • sesto (y, x, ch, sh, th, th)
  • settimo (qu, ou, oi, ue, er, ar)

 

Cominceranno quindi a conoscere Snake il serpente e Ant la formica: allo stesso tempo per il fonema “S” impareranno a muovere la mano come un serpente riproducendo il suono “sss”, per “A” mimeranno l’azione di liberarsi delle formiche (ants) dal braccio (arm) e diranno “a, a, a”.

In questo modo l’associazione del suono al movimento, alla figura e alla filastrocca attiverà nel bambino una serie di connessioni sintetiche che potranno essere rinforzate più avanti con un approccio analitico e logico. E questa, davvero, è la forza del Jolly Phonics.

 

(NUOVA SEZIONE)

 

CORSI DI CANTO PER BAMBINI, RAGAZZI E ADULTI IN INGLESE

No Comments

Post A Comment

Chiama
Mappa